Ubriaco Rosso

La ricetta tramandata da padre in figlio, come nella famiglia Moro, ci permette di degustare uno dei formaggi più tipici della tradizione locale.

Il suo nome deriva dalla necessità che i contadini trevigiani avevano nel consumare il formaggio. Non potendosi permettere l'uso dell'olio per la sua conservazione, usavano immergerlo nel mosto e nel vino, creando così il formaggio ubriaco.

Le forme vengono lasciate immerse nei tini contenenti vini raboso o refosco per circa 2 mesi, una volta levate dai tini, vengono avvolte in teli di lino e lasciate stagionare dai 6 ai 10 mesi.

Trattasi di formaggio di puro latte vaccino stagionato dai 8/12 mesi, in forme da kg. 5/6

L'inconfondibile colore della crosta e della pasta morbida, ne fanno un formaggio particolarmente gustoso e fortemente aromatico, con retrogusto di fragole e amarene.

ritorna